Blog

Expo 2015: il padiglione statunitense

Design e Tendenze, Architettura
  • 5 marzo 2015

Il padiglione degli Stati Uniti presente a Expo 2015, segue un concept innovativo da scoprire attraverso un’esperienza 2.0 divertente e istruttiva.

1) Presentazione del padiglione degli Stati Uniti

Presentazione

L’agricoltura americana produce 1/4 del cibo globale. Per soddisfare la crescente domanda mondiale di cibo, sarà necessario aumentare la produzione degli Stati Uniti del 70% entro il 2050. Si tratta di un obiettivo realizzabile, a detta degli organizzatori, grazie allo spirito imprenditoriale, all’innovazione e alla tecnologia in evoluzione costante degli Stati Uniti.
expo2015
©Biber Architects 2014

Il tema della partecipazione americana a Expo 2015 è “American Food 2.0”.
Il padiglione degli Stati Uniti è strutturato su due piani e dispone di una terrazza panoramica, di un auditorium, di un caffé e di una corte interna. I muri sono ricoperti da schermi video e da giardini verticali che salgono fino al tetto e sono composti da essenze vegetali provenienti dai 50 Stati del paese.
Con il «Manifesto Project», un programma di iniziative dedicato alla responsabilità sociale d’impresa, il padiglione accoglierà studenti americani. Il loro ruolo? Degustare e analizzare i prodotti della gastronomia italiana. Questa esperienza interattiva integrerà i social media. Gli studenti americani dovranno anche accogliere ed educare i visitatori, dando una dimensione umana al progetto. Attraverso i social media, potranno anche far visitare il padiglione a un miliardo di visitatori virtuali, secondo le stime degli organizzatori.
Una serie di eventi (esposizioni interattive, degustazioni, ateliers, ….) e attività sul tema della sostenibilità ambientale dell’alimentazione si svolgeranno nel padiglione. Un percorso espositivo  chiamato “Dai campi alla tavola” presenta svariati prodotti della gastronomia americana.
pavillon des etats-unis usa ©Biber Architects 2014

Gli Stati Uniti sono leader in diversi settori e questo padiglione è l’occasione per valorizzarli: alimentazione, cultura, scienze, business. Sarà presente anche l’industria americana, la partecipazione a Expo vuole essere un incoraggiamento ad avvicinarsi alla cultura americana, ad esempio creando partenariati.
Sarà ricco anche il programma culturale con spettacoli sia di giorno che di notte e il “Food Forum” (incontri fra consumatori, produttori e influenzatori sul tema del cibo, della salute pubblica…).
AmCham Italy (American Chamber of Commerce in Italy) e i partner privati del padiglione degli Stati Uniti hanno contribuito alla creazione di questo luogo di esposizione americano. L’architettura è stata realizzata da James Biber dello studio Biber Architects e misura all’incirca 3000 metri quadrati.

Gli obiettivi

Gli obiettivi sono:
Utilizzare i media digitali per sottolineare la leadership del paese e le sue innovazioni in tema di sicurezza alimentare
Promuovere la sua agricoltura e la sua gastronomia
Rinforzare commerci e scambi internazionali
Il padiglione  ha anche l’obiettivo di promuovere il dialogo fra gli Stati Uniti, l’Europa e il resto del mondo sui temi legati alle sfide alimentari per l’avvenire.

I diversi spazi

La presenza americana a Expo 2015 si svolgerà in diversi luoghi:
Il padiglione principale : in cui ci sarà una presentazione sulla sostenibilità alimentare che porrà la questione dell’accesso al cibo dell’alimentazione del futuro. Disporrà di una importante installazione video, di un negozio e di uno spazio riunioni VIP.
food truck (camion per la ristorazione) : che rappresentano l’America delle diversità e dell’innovazione in materia di alimentazione, saranno presenti nel padiglione e nelle strade di Milano.
Un ristorante da 100 posti a sedere : separato dal padiglione, ma sempre all’interno di Expo, valorizzerà gli ingredienti, le bevande e i talenti culinari del paese. 
Il padiglione avrà una fattoria verticale che sarà attiva nel corso dell’esposizione.
expo2015 pavillon des états-unis
©Biber Architects 2014

2) L’ispirazione

Il padiglione si ispira a un granaio con una struttura accogliente e leggera.
pavillon des états-unis
©Biber Architects 2014

3) Gli stati Uniti e l’alimentazione in cifre

Gli abitanti degli Stati Uniti consumano ogni anno 17kg di verdure surgelate e 12,5kg di piatti pronti.
Ogni anno viene gettato il 40% del cibo negli Stati Uniti (PLOS One, novembre 2009), pari a 48,3 miliardi di dollari o 32,5 miliardi di euro.
Il mercato biologico degli Stati Uniti era di 24,6 miliardi di dollari nel 2008.

Scrivi un commento

Articoli correlati