Blog

I cluster di Expo 2015: il caffé

Design e Tendenze, Architettura
  • 24 marzo 2015

Il caffè è uno dei temi dei cluster di Expo 2015 che si svolgerà a Milano.

Caffè
Scoprite il nostro stand a Cersaie 2014 e le fotografie dell’evento Tiles & Food Novoceram ispirato a questo argomento.

le café
©Andrés Nieto Porras https://www.flickr.com/photos/anieto2k/6729761041

La pianta del caffè

Probabilmente originaria della regione di Kaffa in Etiopia, la pianta del caffè necessita di 3-4 anni prima di produrre le bacche. Le bacche impiegano da 6 a 9 mesi per maturare, passando dal verde al giallo e in seguito al rosso. Questo albero può produrre frutti fino agli 80 anni di età. L’albero del caffé di varietà Robusta può raggiungere i 10-12 metri di altezza e i 5-6 metri la varietà Arabica.

le café

Questo albero cresce in zone tropicali ed è coltivato a diverse altitudini (dal livello del mare ai 2000 metri) in quanto necessita di temperature elevate (circa 32°) e di umidità.

Storia del caffè

La parola caffè viene dall’arabo «qahweh».
Nel XV secolo alcuni pellegrini portarono il caffè in Persia tornando dalla Mecca. La bevanda si diffuse in seguito in Egitto, Siria, Turchia e Africa del Nord.
Nel 1554 apre il primo luogo pubblico in cui viene servito del caffè a Costantinopoli.
Il caffè arriva in Europa verso il 1600, grazie ai mercanti veneziani. Nel 1615, veniva consumato regolarmente a Venezia. Nel 1645 a Venezia viene aperta la prima bottega di caffè d’Europa.

grains
©Ruben Alexander https://www.flickr.com/photos/the-wanderers-eye/5237447939

Nel corso del XVIII secolo il caffè ha sempre maggiore successo in Europa. I coloni europei introducono le piantagioni di caffè in alcuni paesi tropicali per rispondere alla domanda crescente. Nel 1723 il caffè arriva in Guadalupa e la sua coltivazione si diffonderà in tutta l’America Latina.

La preparazione del caffè

cafe ©Léonard Rodriguez https://www.flickr.com/photos/leonardrodriguez/8499160886/in/set-72157632795899271

Esistono diversi metodi di preparazione della bevanda: la decozione (dissoluzione nell’acqua bollente, ad esempio il caffè turco), la lisciviazione (il caffè passa lentamente in un filtro sul caffè macinato, caffè filtrato), l’infusione, la percolazione (moka), la percolazione ad alta pressione (macchine del caffè da bar) e la bevanda istantanea (caffè solubile).

La produzione e il consumo di caffè nel mondo

Produzione

La prima risorsa agricola mondiale in valore è il caffè. Le piantagioni di caffè coprono più di 10 milioni di ettari. Si tratta di una imprtante fonte di reddito per più di 40 paesi tropicali.
A livello mondiale la produzione di caffè raggiunge le 7,836 milioni di tonnellate ogni anno (circa 234 kg di caffè al secondo).
La produzione mondiale di caffè viene per il 70% da aziende familiari in appezzamenti inferiori ai 5 ettari. Il maggiore produttore di caffè a livello mondiale è il Brasile, seguito dal Viet Nam e dalla Colombia.
La produzione di caffè solidale nel mondo supera le 105 000 tonnellate nel 2011, pari a 3,3 kg al secondo. Il caffè biologico rappresenta il 5,9% della superficie totale delle piantagioni.

le café
©Poul Iversen https://www.flickr.com/photos/25419327@N03/4383831569

Consumo

Nel mondo si consumano 255 kg di caffé al secondo, pari a 1684 tazze al secondo.
In Europa, i maggiori consumatori di caffè con 12,4 kg per abitante sono i finlandesi.
 

Scrivi un commento

Articoli correlati